La Stagione Teatrale del Mercadante si chiude con Arthur Miller.

“Vetri rotti” è il dodicesimo ed ultimo appuntamento della Stagione Teatrale che anche quest’anno ha registrato un riscontro positivo di gradimento per la proposta artistica, con numerosi “sold out”.

In scena Elena Sofia Ricci con Gian Marco Tognazzi e Maurizio Donadoni. Si chiude la Stagione Teatrale 2017-2018 del Teatro Mercadante di Altamura con un doppio spettacolo, in programma in questo fine settimana. In due date, sabato 24 marzo alle ore 21.00, e domenica 25 marzo, alle ore 17.30, è in calendario “Vetri rotti” del drammaturgo americano Arthur Miller, con un cast importante: Elena Sofia Ricci, Gianmarco Tognazzi e Maurizio Donadoni, interpreti che non hanno bisogno di presentazioni. Si cimentano con il testo di Miller che in una dimensione intimista tocca l’orribile pagina dell’Olocausto. La regia è di Armando Pugliese. La produzione di ErreTiTeatro30.

Miller, trattando il tema immenso dell’Olocausto, torna pacatamente indietro alla ricerca delle proprie percezioni e sensazioni di allora, ambientando questa sua nuova commedia in una Brooklyn isolata e provinciale, soddisfatta della propria mediocrità.

La prima ufficiale di Vetri rotti ha avuto luogo al Long Wharf Theatre di New Haven il 1° Marzo 1994. L’edizione italiana ha debuttato a Bologna il 28 febbraio 1995, per la regia di Mario Missiroli, con Valeria Moriconi e Roberto Herlitzka.

Scheda spettacolo “VETRI ROTTI”
Brooklyn, novembre 1938.

Sylvia Gellburg, ebrea, casalinga, viene improvvisamente colpita da un’inspiegabile paralisi agli arti inferiori. Il medico, Herry Hyman, suo coetaneo e conoscente, è convinto della natura psicosomatica del male e, al tempo stesso, è sentimentalmente attratto dalla donna, mentre il marito di Sylvia, Phillip, non riesce ad accettare quanto sta accadendo. Ben presto emerge che Sylvia è ossessionata dalle notizie delle persecuzioni contro gli ebrei in Germania. Sono gli echi della Kristallnacht, ma forse l’angoscia della protagonista per quegli avvenimenti si somma ad altre fonti di frustrazione e inquietudine. È come se vivessero e parlassero per conto di tutti di un qualcosa che è più vita e attualità quotidiana che letteratura o teatro: la paura, della malattia, del dolore fisico, di quello psicologico, la paura del futuro… È appena avvenuta la Notte dei cristalli nella lontana e barbara dell’Europa.

Sylvia, donna bella, amata e protetta, non sa darsi pace: continua a leggere la notizia sui giornali, continua a guardare l’immagine di due ebrei anziani costretti a pulire un marciapiedi con uno spazzolino da denti, mentre la folla intorno, guarda e ride. Sylvia sente, come una medium, che sta succedendo qualcosa di grande e terribile. Ma intorno a lei non se ne accorge nessuno.

 

LA STAGIONE IN SINTESI
Lo storico sipario del “Mercadante” – raffigurante l’imperatore svevo Federico II nella costruzione della Cattedrale di – si è alzato per dare spazio a successi internazionali, classici della commedia, show musicali. Ed il pubblico del “Mercadante” ha applaudito Angela Finocchiaro e le bravissime e simpatiche interpreti di “Calendar Girls”, Massimo Lopez e Tullio Solenghi, Massimo Ghini, Teresa De Sio nell’omaggio musicale a Pino Daniele, gli spettacoli comici di Ale e Franz, Raul Cremona, Anonima G.R. e Maurizio Lastrico, il “juke box umano” degli Oblivion, Nicola Pistoia e Gabriele Triestino nel classico “La cena dei cretini”, Gabriele Pignotta. La Stagione Teatrale è curata da Silvano Picerno, responsabile organizzativo del cartellone di prosa.

Info per gli ultimi biglietti: 080.3101222 – www.teatromercadante.com – box office in via dei Mille 159.


Altri articoli che potrebbero piacerti