Oku e Cloe, le nuove proposte di MY home collection.

Disegnati da , nuovi arredi ispirati alla giapponese e al mondo floreale. Ispirato alla poetica e alla solida filosofia orientale, è il nuovo tavolo per la zona dining di MY home collection, nato dalla collaborazione tra il dinamico brand toscano e la giovane designer

Un oggetto che parla la lingua di terre lontane, quella del Sol Levante, in cui la parola Oku si traduce con ‘quercia’ per esprimere la forza e la solidità dell’albero secolare e dell’antica . Appare subito comprensibile la scelta di questo nome, trovarsi di fronte a Oku significa ‘interagire’ con un oggetto dalle proporzioni generose e dal rassicurante e ricercato. Oku è, infatti, caratterizzato da un grande piano ovale in MDF laccato opaco che si appoggia su un robusto piedistallo con base in acciaio e profili in metallo che variano dal rame al bronzo fino all’oro, per creare abbinamenti unici e raffinati.
Sempre disegnata da Biasi, Cloe è la nuova seduta di MY home collection che racconta di un design sinuoso, leggero e delicato.

Il concept di Cloe nasce, infatti, dalla composizione e dalla delicatezza del ‘mondo’ floreale, dalla sua estetica e sostanza.

Come un fiore che sboccia, Cloe è composta da sottili gambe in acciaio laccato dalle tonalità bronzo, oro, silver e rame che sostengono una scocca in polimex imbottita con gomma poliuretanica rivestita in tessuto e disponibile in molteplici finiture. Un comfort e una morbidezza estrema che regalano la piacevole sensazione di ‘stare seduti su un fiore’.
Oku e Cloe riflettono una semplicità formale e un approccio estetico pulito ed essenziale, principi base di un pensiero progettuale condiviso da MY home collection e Federica Biasi.

Altri articoli che potrebbero piacerti