La rassegna che racconta il Po partendo dai vini.

Sabato 28 ottobre al lido Po di Boretto (Re) la seconda edizione della rassegna che racconta il Po partendo dai profumi delle sue sponde, i vini in primis e la cucina del territorio, ma anche la pittura e il cinema.

Sabato 28 ottobre al lido Po di Boretto (Re) la seconda edizione della rassegna che racconta il Po partendo dai profumi delle sue sponde, i vini in primis e la cucina del territorio, ma anche la pittura e il cinema.

Immagine: Pixabay.com
Sabato 28 ottobre, dalle 14 e 30, si celebra per il secondo anno l’appuntamento con i sapori e le atmosfere delle terre di mezzo del Grande Fiume di Guareschi. Fa il bis l’iniziativa, nata nel 2016 da 10 delle due rive (emiliana e lombarda), che quest’anno darà ancora più valore all’incontro con i produttori locali e si terrà sempre presso il Lido di Boretto (Re), porto fluviale al centro della Pianura Padana, tra le province di Mantova, Cremona, Parma e Reggio Emilia.
La scoperta della gente del Po e del suo mondo sarà l’appuntamento di apertura del pomeriggio con il ritrovo alle 14,30 davanti a La Cattedrale del Po di Boretto (c/o Cantieri ARNI, via Argine Cisa, 11) per la visita al Museo del Po e la visione delle proiezioni continue sulla gente del Fiume a cura del cineclub C. Zambelli.
Alle 15 il giornalista Andrea Vaccari aprirà la degustazione dei vini presenti alla rassegna e il concorso fotografico organizzato dalla Bottega Photographica.
Alle 15,30 avrà inizio il concorso tra i produttori a cura di AIS di Reggio Emilia.
Le cantine, che esporranno i loro vini all’evento e li offriranno in degustazione sono, per il lato Mantovano del Po: Az. Agr. Breda Breda Cisoni di Sabbioneta, Az. Agr. Bugno Martino di San Benedetto Po, Az. Agr. Testoni di Ostiglia, Cantina Sociale di Viadana, Soc. Agr. Scaroni di Buzzoletto di Viadana, Cantina Cooperativa Sociale Quistello, Cantine Giubertoni di Bagnolo San Vito, Fondo Bozzole di Poggio Rusco. I produttori del versante di Reggio Emilia sono invece: Az. Agr. Alberici Amilcare di Boretto, Az. Agr. Cottafavi Vittorio di Campagnola Emilia (RE), Cantina Sociale di Gualtieri, Ferretti Vini Soc. Agr. di Campegine (RE).
In contemporanea si terrà uno spettacolo che farà apprezzare in modo nuovo al pubblico i “colori del ” grazie all’iniziativa dei Vinarelli artisti che dipingeranno utilizzando il , un’iniziativa di SpazioArte PROSPETTIVA 16.
Alle 16,00 sarà la volta del dibattito La cucina della tradizione nelle Terre di Po, conDanio Saltini della Trattoria Cav. Saltini (Pomponesco – Mn); Carlo Favella, AIS di Reggio Emilia; Maurizio Barigazzi, enologo; Umberto Dallaglio, delegato locale Club Papillon.
Quindi alle 16,30 saranno assegnati i premi ai produttori.
La chiusura del pomeriggio, ore 19,30 sarà affidata a una cena (su prenotazione) a bordo della Motonave “Stradivari”, il cui costo di partecipazione sarà di 35 euro.
L’evento è stato organizzato dalla Pro Loco di Boretto e Club Papillon di Reggio Emilia e Modena, con la partecipazione anche del Comune di Boretto, AIS Emilia e AIPO.


Altri articoli che potrebbero piacerti