Citterio. “Unduetris Pranzetto”, “schiscetta” sana e design giapponese.

Citterio, insieme all’Associazione culturale “Il Furoshiki”, ci spiega l’arte giapponese per trasportare la “schiscetta” con stile. Complice la tendenza salutistica, per gli italiani la pausa pranzo in ufficio è diventata un’occasione per consumare cibi gustosi e salutari.
Lo sa bene Citterio che, da sempre attenta alle nuove tendenze, presenta “Unduetris Pranzetto”, il nuovo prodotto dedicato a chi desidera consumare un pasto completo e sano alla scrivania o fuori ufficio ma non ha tempo di prepararselo a casa.
“Unduetris Pranzetto” garantisce il giusto equilibrio nutrizionale e l’apporto di tutte le sostanze essenziali per l’organismo perché è fonte di proteine, carboidrati e vitamina C, a basso contenuto di grassi e basso apporto calorico.

“Unduetris Pranzetto” è disponibile in due varianti:
– bresaola, chips di carote, grissini e frullato di mela;
– prosciutto cotto, chips di topinambur, grissini e frullato di mela

Bento alla giapponese, lunch box in stile Usa o più comunemente schiscetta in milanese, il cestino della merenda oltre che sano dev’essere comodo da trasportare.

Citterio ha pensato anche a questo e dalla collaborazione con l’Associazione culturale “Il Furoshiki”, organizzazione nata per diffondere la Furoshiki giapponese, la schiscetta diventa cool e prende ispirazione dall’arte Giapponese di ricoprire e trasportare oggetti di uso quotidiano, attraverso il nodo: il Furoshiki. Dalle tecniche tradizionali, fino ai metodi più innovativi, l’arte giapponese del Furoshiki si basa su due nodi differenti tra loro che garantiscono sicurezza al pacchetto:

Mamusubi-knot

1) Legare entrambe le estremità una volta
2) Incrociare le estremità più lontane legandole
3) Tirare per stringere il nodo

Hitotsumusubi-knot

1) Prendere una estremità abbastanza lunga per fare il nodo
2) Fare un cerchio per farci passare dentro l’estremità
3) Stringere e il nodo è fatto

Il risultato sono dei veri e propri oggetti di studiati in ogni dettaglio, dalla tipologia del tessuto fino alle dimensioni e al colore, per valorizzare gli oggetti che andranno ad avvolgere. Da qui sono partiti Citterio e le esperte dell’Associazione “IL Furoshiki” per dare vita a tre diverse schiscette coloratissime, dallo stile inconfondibile:

– SUIKA Tsutsumi
– TESAGHE-Tsutsumi
– YOTSU MUSUBI Tsutsumi

Per le tre tecniche spiegate passo passo.
www.citterio.comwww.facebook.com/ILFuroshiki/


Altri articoli che potrebbero piacerti