Oltre diecimila presenze per Grapperie Aperte.

Il miglior scatto del fotografico è quello di Dominga Tammone alla Distilleria Nannoni . Chiude con un bilancio più che positivo l’edizione numero quindici di Grapperie Aperte, l’evento organizzato dall’Istituto Nazionale Grappa e considerato un appuntamento ormai immancabile per gli appassionati, che rappresenta una delle migliori espressioni di turismo esperienziale enogastronomico che ogni anno cresce nel coinvolgimento e nei numeri. 

Sono infatti oltre diecimila i visitatori che nella giornata di domenica 7 ottobre hanno visitato le diciassette distillerie aderenti e localizzate in sei regioni italiane. In esse hanno degustato i distillati in abbinamento al caffè. Grande consenso infatti, è stato tributato all’abbinamento che ha fatto da filo conduttore per questa edizione, tra i due fine pasto per antonomasia della italiana.
Non è mancata altresì la partecipazione del pubblico social addicted: tra le foto postate sui social con gli hashtag #grapperieaperte2018 una in particolare ha incontrato il favore della giuria tecnica, composta dal Presidente dell’Istituto Nazionale Grappa Elvio Bonollo, dal giornalista Samuele Sabatini e dall’architetto Cosimo Balestri.
Si tratta dell’immagine scattata e postata da Dominga Tammone alla distilleria Nannoni: “Questo scatto ha per me un enorme valore in quanto in una foto vi sono sono racchiuse passioni – quella mia per il disegno e quella del maestro distillatore Priscilla Occhipinti per l’arte della distillazione – , profumi, amore per il proprio lavoro ma soprattutto la voglia di condividere tutto questo con gli altri semplicemente con le proprie creazioni “di spirito”. Il caffè, -continua Dominga- in questa giornata, ha creato un delicato, divertente e piacevole legame tra persone provenienti da ambienti totalmente diversi. Ho utilizzato il caffè come elemento colorante, in compagnia della grappa artigianale Nannoni sulle note di De Andrè, Modugno e Pino Daniele divinamente interpretate dalla travolgente band Musica da Ripostiglio”.

A presiedere la giuria Elvio Bonollo, Presidente dell’Istituto Nazionale Grappa dal 2012 nonché quarta generazione di una storica famiglia di distillatori veneti.

Esperto di , insieme agli altri due giurati tecnici, che hanno operato una valutazione ciascuno per la parte di propria competenza, ha decretato la foto vincitrice dell’edizione 2018 del contest.
Chi è Samuele Sabatini – Giornalista Professionista, ha scritto per testate come Il Resto del Carlino, Il Messaggero, Adnkronos e da anni collabora come autore alla realizzazione di una serie di programmi Rai come Sereno Variabile, Linea Verde, Uno Mattina e La Vita in Diretta.
Chi è Cosimo Balestri – Architetto pratese, opera prevalentemente nella realizzazione di spazi pubblici e nella creazione di identità visuali nel campo dell’arte, dell’istruzione e delle start up innovative. E’ co-fondatore del gruppo di progettazione multidisciplinare ECOL.


Altri articoli che potrebbero piacerti