Vinetia 2019. I 7 migliori vini della regione premiati da Ais Veneto.

Decretati i vincitori del Premio Fero, dedicato alle eccellenze enologiche venete. Area aziende e nuova grafica sensoriale le principali novità della nuova edizione di Vinetia

AIS Veneto ha decretato i vincitori del Premio Fero, dedicato ai 7 migliori vini della regione e consegnato ad altrettante in occasione del lancio della nuova edizione di Vinetia, guida online ai vini del Veneto. Presentate in questa occasione anche la nuova grafica che rappresenta l’aspetto sensoriale dei vini, l’area riservata ai servizi specializzati rivolti alle in guida, tra i quali in particolare la possibilità di allestire video di presentazione aziendale.

Il Premio Fero, dal nome del ferro di prua della gondola, viene assegnato ogni anno alle eccellenze enologiche individuate dai di AIS Veneto durante le per la redazione della guida Vinetia.

Sette le categorie individuate nel corso degli anni e altrettante le cantine premiate: tre della provincia di Verona, due di Treviso, una veneziana e una vicentina. Per la categoria “Miglior bianco” è risultata vincitrice l’etichetta Costalunga 2016 Colli Trevigiani Manzoni Bianco IGT di Cirotto e per “Miglior da dessert” il Dogale Veneto Bianco Passito IGT della cantina Le Carline. Premiate invece come “Miglior rosso da invecchiamento” il TB 2010 Amarone della Valpolicella di Tommaso Bussola, come “Miglior Rosso” il Brol Grande 2015 Bardolino Classico DOC dell’azienda Le Fraghe e il Rosé Tre dell’Opificio del Pinot Nero si è aggiudicato il premio come “Miglior rosato”. I due spumanti premiati sono stati il Valdobbiadene Superiore Cartizze Dry della cantina Ruggeri come “Miglior spumante metodo Charmat”, mentre il Pas Dosé 2009 Lessini Durello Spumante Riserva DOC di Fongaro Spumanti è risultato essere il “Miglior spumante metodo Classico”.
“Vinetia – spiega Marco Aldegheri, Presidente di AIS Veneto – è in continua espansione: le 500 aziende partecipanti e gli oltre 2200 vini analizzati sono il segnale che l’attento lavoro dei nostri degustatori ufficiali prosegue nella giusta direzione. Aver investito fin dalla prima edizione sulla trasparenza assoluta gratifica il nostro impegno: siamo ancora oggi l’unica guida che mette a disposizione delle aziende tutti i punteggi ottenuti.”
Vinetia si rivolge sia al pubblico, aiutandolo ad orientarsi facilmente tra le tante valutazioni, sia alle cantine, con una serie di servizi dedicati. Con l’edizione 2019 l’area aziendale si arricchirà infatti di nuove implementazioni: dalla grafica dedicata all’aspetto sensoriale dei vini, alla traduzione in cinese, che si aggiunge alle cinque lingue già presenti, fino alla possibilità di richiedere la realizzazione di un video di presentazione, che sarà creato in collaborazione con Venezie Channel.


Altri articoli che potrebbero piacerti