Lo Schlosswirt Forst annoverato da Le Guide de L’Espresso 2019.

Nuovo riconoscimento per il ristorante che si trova a Lagundo ed è seguito dalle creative e sapienti mani di Luis Haller. Birra FORST con grande piacere annuncia che lo Schlosswirt Forst con la sua Luisl Stube, seguito dallo Chef Luis Haller, è entrato a far parte dei locali suggeriti da Le Guide de L’Espresso, I Ristoranti e i Vini d’ 2019, 41a Edizione.

Da martedì 2 ottobre, è stata distribuita la Guida che conta oltre 2.000 ristoranti, trattorie e osterie (30 in tutto, quelle dell’Alto Adige), raccontate in un viaggio lungo dodici mesi, compiuto da novanta esperti enogastronomici per descrivere il meglio della italiana.
La nuova Guida rappresenta la fotografia di una ristorazione ricca e varia e si propone di dare una chiave di lettura critica, aperta e scevra da pregiudizi, di quanto avviene nel “ristorante Italia”, volta a comprendere e valutare ogni espressione di ristorazione e di , alta o popolare, di o innovativa, regionale o internazionale.
Questo riconoscimento si va ad affiancare a quello ottenuto lo scorso anno, proprio in questo periodo, il “Premio Godio”, assegnato in occasione del Merano Wine Festival, in Alto Adige. Un Premio che intende onorare l’eredità lasciata dal grande chef piemontese: una cucina fatta di prodotti freschi e di stagione, sani, tipici del territorio ed elaborati ad alto livello, creati ex novo o rivisitati da antiche ricette.
Lo Schlosswirt Forst, inaugurato nel maggio 2017, nei pressi della sede principale di , è seguito da Luis Haller, famoso chef nato in Val Passiria, Alto Adige. Dopo varie esperienze in diversi ristoranti e hotel in Italia e all’, Haller ha iniziato la sua collaborazione con Birra FORST nel 2014, occupandosi dello speciale “Temporary Gourmet Restaurant” Felsenkeller, aperto esclusivamente nel periodo natalizio, per poi dedicarsi allo Schlosswirt Forst, in cui l’ospite riceve tutta la sua personale attenzione.
La vocazione di Haller per l’arte culinaria viene universalmente attribuita da numerosi come i 2 cappelli e i 16 punti Gault Millau. Recentemente Luis Haller è stato nominato dalla rinomata guida gastronomica tedesca “Der Große Restaurant & Hotel Guide” come “Cuoco dell’anno 2018 dell’Alto Adige”.
www.forst.it


Altri articoli che potrebbero piacerti