Dalla Cina all’Italia, Catellani & Smith presenta la nuova CicloItalia.

Per raccontare la nuova CicloItalia bisognerebbe fare un salto indietro di quasi trent’anni e tornare alle origini della straordinaria storia di Catellani & Smith

Nel 1989 Enzo Catellani realizza con esclusivi fanali da bicicletta reperiti in Oriente, Ciclocina, uno dei pezzi-icona della storica collezione ‘Oggetti senza Tempo’. Oggi quei fari sono ormai irreperibili, ma non per questo non riproducibili.
Come in una macchina del tempo in viaggio dalla fine degli anni Ottanta a oggi, Catellani & Smith ha così deciso di rendere omaggio a Ciclocina trasmettendo l’eredità progettuale dell’iconica lampada e l’eccellenza del saper fare italiano alla nuova CicloItalia. Il lavoro che si cela dietro alla nuova CicloItalia appare complesso: il caratteristico fanale è stato infatti realizzato impiegando una particolare lavorazione artigianale diffusa sino agli anni ‘50 ed oggi ormai quasi abbandonata, proprio per la sua complessità.

L’articolato processo artigianale rende unico ogni pezzo, dimostrando l’abilità e l’ingegno di una manodopera tutta italiana.

CicloItalia diventa dunque la naturale evoluzione di quella che rappresenta una pagina di storia dell’azienda, conservando lo speciale dettaglio del fanale con lente in vetro sabbiato e celebrando l’unione tra un nostalgico design di ispirazione retrò con la moderna tecnologia LED.
Con una struttura realizzata in ottone non trattato dall’inconfondibile colore dorato e dettagli in ferro verniciato, la nuova CicloItalia è disponibile nelle versioni da tavolo e da terra per ‘riportare alla luce’ atmosfere e richiami del passato negli spazi abitativi di oggi.


Altri articoli che potrebbero piacerti