Tutte le donne della nostra vita in “W le Donne”.

Lo di Riccardo Rossi e Alberto Di Risio, con regia di Cristiano D’Alisera, è l’esaltazione “W le donne!” alla resa totale di ogni uomo al cospetto delle tante donne della sua vita.

E’ una resa sincera? E’ tutto da scoprire nel corso dello spettacolo che si è tenuto al per la Stagione Teatrale e Musicale 2018-2019 “Emozioni”. Sabato 1 dicembre,. Riccardo Rossi, con una conversazione comico-teatrale, sempre con il gradimento del pubblico essempre ironico e divertente, nei suoi nel tempo e tra le donne, raccontando l’amore e la vita.

La donna è la prima persona che conosciamo al mondo! Maschi o femmine è uguale: è sempre lei il nostro primo incontro.

Ma se le bambine crescendo diverranno sempre più “colleghe” della madre (prima o poi faranno un figlio anche loro) i maschi si ritroveranno per tutta la vita a fare i conti con “quell’essere” che li ha generati. Ma i ruoli nel corso degli anni cambieranno, prima della madre l’ostetrica, conosceranno, l’ infrmiera, la tata, la sorella, la nonna, la maestra, la fidanzata, la moglie, la figlia e così via, senza dimenticare ovviamente la più temuta: la suocera! Grazie a tutti questi incontri con le donne nel corso della sua vita, all’uomo non resterà altro che fare l’unica cosa che non avrebbe mai voluto: crescere.
Riccardo Rossi ci racconterà tutti i dettagli di questo viaggio con un pizzico di malinconia e con la piena consapevolezza della loro schiacciante superiorità forse anche frutto del fisiologico avanzare dell’età. Anche perché come diceva Groucho Marx: “Gli uomini sono donne che non ce l’hanno fatta…” e “le donne hanno bisogno di una cosa sola: rispetto!. E su questo finale l’applauso è un dovere. Molti gli applausi dopo lo spettacolo, pubblico numeroso.


Altri articoli che potrebbero piacerti